LL'Hindenburg prende fuoco mentre si avvicina all'albero di ormeggio. Morirono trentasei persone.

8 luglio 1838 — Menzionare il nome Zeppelin e molti pensano subito ai dirigibili che portavano il nome del pioniere dell'aeronautica. Ma c'era di più in lui. Molto più. In effetti, nacque in Germania in questo giorno come Ferdinand Adolf August Heinrich Graf von Zeppelin. Un bel boccone!


Dopo un'infanzia insignificante, Zeppelin si arruolò nell'esercito all'età di 20 anni e divenne membro di una spedizione che andò in Nord America alla ricerca della sorgente del fiume Mississippi.

Mentre si trovava in Minnesota, ha effettuato diverse ascensioni in mongolfiera a St. Paul, in qualità di osservatore militare per l'esercito dell'Unione durante la guerra civile. Ciò scatenò la sua passione per l'aviazione in mongolfiera e dopo essersi ritirato dall'esercito nel 1891 con il grado di generale di brigata iniziò a studiare aeronautica.

Nel 1894, all'età di 60 anni, decise di investire tutti i suoi soldi in una società che produceva dirigibili dopo che il governo tedesco aveva respinto le sue idee. Nel giro di quattro anni, nella sua fabbrica di Friedrichshafen, in Germania, aveva assemblato la sua prima macchina: la LZ1. Le iniziali stavano per Luftschiff Zeppelin (Zeppelin Airship).

I dirigibili rigidi, ora chiamati anche dirigibili o Zeppelin, hanno una struttura in acciaio coperta che ospita sacchi pieni di gas. L'LZ1 pesava 12 tonnellate, conteneva 400.000 piedi cubi di sacche di gas all'interno della sua struttura in acciaio a forma di sigaro lunga 128 metri (420 piedi) ed era azionata da eliche collegate a due motori Daimler da 15 CV.

Anche il governo scettico rimase impressionato e dopo il primo volo dell'LZ1 il 2 luglio 1900, i soldi statali furono versati nel progetto.

La prima compagnia aerea al mondo che paga i passeggeri, la Deutsche Luftschiffahrts-AG (DELAG), iniziò i voli commerciali utilizzando gli Zeppelin nel 1910. In quattro anni aveva operato più di 1.500 voli trasportando oltre 10.000 passeggeri.

Poi venne la prima guerra mondiale e gli Zeppelin militarizzati furono usati per raid aerei su Gran Bretagna e Francia. I dirigibili potevano volare a 136 km/h (84,5 mph) e raggiungere un'altezza di 4.250 metri (14.000 piedi). Erano equipaggiati con cinque mitragliatrici e potevano trasportare 2.000 kg (4.400 libbre) di bombe.

Durante la guerra circa 500 persone in Gran Bretagna furono uccise dalle bombe degli Zeppelin. Ma i dirigibili erano grandi e lenti - un facile bersaglio per i cannoni antiaerei - e 40 furono abbattuti su Londra prima che i tedeschi li ritirassero dal servizio militare.

Ferdinand Zeppelin morì nel 1917, all'età di 78 anni. Ma ciò non fermò la continuazione della costruzione del dirigibile. Infatti, il successore degli Zeppelin, Hugo Eckener , costruì uno dei dirigibili di maggior successo, il Graf Zeppelin che, tra il 1928 e il 1937, effettuò 590 voli, di cui 144 traversate oceaniche.

Fu in questo periodo, nel 1936 per la precisione, che la Germania prese una decisione fatidica che avrebbe segnato la fine del viaggio in aereo. Inaugurò un regolare servizio passeggeri transatlantico con il dirigibile LZ129 Hindenburg.

L'Hindenburg doveva trasportare 1.002 passeggeri su 10 viaggi di andata e ritorno tra la Germania e gli Stati Uniti. Il gigantesco dirigibile, lungo 804 piedi e alimentato da quattro motori da 1.050 CV, aveva una velocità massima di 135 km (84 miglia) all'ora, una velocità di crociera di 126 km (78 miglia) all'ora e un'autonomia di 8.000 miglia.

In un'eco del Titanic, i lussuosi servizi di Hindenburg includevano una sala da pranzo, un cocktail lounge, una biblioteca e un salotto dotato di un pianoforte a coda. I passeggeri potevano fare lunghe passeggiate lungo i viali delimitati da ampie finestre.

E il viaggio è stato tutto così tranquillo e piacevole. Il giornalista Louis Lochner ha scritto: 'Ti sentivi come portato tra le braccia degli angeli'.

C'era, tuttavia, un difetto fatale. Il dirigibile era di progettazione Zeppelin convenzionale ed era fatto per essere riempito con sacche di gas elio. Ma a causa delle restrizioni all'esportazione degli Stati Uniti contro la Germania nazista, fu invece riempito con sacchi di idrogeno altamente infiammabile.

Durante la seconda delle sue traversate transatlantiche in programma, il 6 maggio 1937 l'Hindenburg approdò a Lakehurst, nel New Jersey. Mentre si avvicinava all'albero di ormeggio, i testimoni hanno visto una piccola fiamma salire dalla sezione di coda. Per l'orrore degli spettatori e dei cameraman che registravano l'evento, il dirigibile ha poi preso fuoco.

Ci sono voluti solo 34 secondi perché l'intero dirigibile fosse consumato dal fuoco. Trentacinque delle 97 persone a bordo sono morte, così come un membro dell'equipaggio di terra.

All'epoca si credeva che l'incendio fosse stato causato da una fuga di gas idrogeno innescata da una scintilla di elettricità statica, ma il motivo preciso del disastro è ancora sconosciuto.

Qualunque fosse la causa, segnò la fine degli Zeppelin e della loro breve storia di voli commerciali.

Pubblicato: 10 gennaio 2020



Articoli e foto correlati

Personaggi famosi correlati

Articoli sugli Eventi di Luglio